Tags: reviewrecensioneRazersocialNabusmartbandrazer nabufitnesscalorie

Razer Nabu 4Razer, leader mondiale in periferiche e software per gamer, ha in questi giorni annunciato diversi nuovi accessori wearable e non. Oggi completiamo la serie di smartband attualmente in commercio e lo faremo con il Razer Nabu che a differenza del Nabu X, precedentemente recensito QUI, ha tra le sue caratteristiche un display OLED dal quale poter leggere ogni notifica che ci giungerà o tenere traccia dei progressi effettuati sul piano fitness. Passiamo dunque alla recensione.

 

 

 

 

 

razer logo

 

L’azienda Razer fu fondata nel 1998 a San Diego, California, da Min-Liang Tan e dal Presidente Robert "Razerguy" Krakoff in un piccolo ufficio condiviso con altri gamers. Razer è cresciuta a tal punto che oggi conta centinaia di impiegati in tutto il mondo, con uffici in 9 città internazionali come San Francisco, Amburgo, Seoul, Shanghai e Singapore. Il loro obbiettivo era quello di creare il più grande brand gaming del mondo, cercando di produrre le migliori periferiche da gaming, che i tutti i videogiocatori avrebbero desiderato. A distanza di 15 anni, possiamo dire che Razer è riuscita nel proprio intento. Razer sviluppa i suoi prodotti cooperando con gamers professionisti che partecipando a tornei di fama mondiale consentono all’azienda di migliorare i propri prodotti grazie ai loro feedback. L’azienda è famosa anche per il supporto al movimento del eSports nei primi anni 2000, con il finanziamento del primo torneo mondiale con un montepremi di $100K. Le persone che lavorano in Razer sono videogiocatori, alcuni amatoriali, alcuni ex-professionisti e da questo è nato il motto dell’azienda “For Gamers. By Gamers”.

 


Specifiche Tecniche

Procediamo dunque ad elencare brevemente le caratteristiche del Razer Nabu:

 

specifiche

 

A seguire invece una tabella che mette a confronto i due differenti modelli Nabu:

 

comparazione

 

Possiamo notare come il modello Nabu sia leggermente più completo sotto il punto di vista estetico, vedasi un display OLED di facile consultazione, ma che presenta sempre caratteristiche simili al modello Nabu X. Le due smartband Nabu di Razer dunque differiscono principalmente per costo e per design, rimanendo tutto sommato invariate sul piano Social e Fitness (portando quindi con sé pregi e purtroppo gli stessi difetti dell Nabu X).

 


Packaging e Bundle

Il costo, una delle differenze sostanziali tra i due Nabu, porta ad avere una confezione molto più curata in stile classico Razer. Infatti il Nabu ci giungerà in una classica confezione di cartone con all’interno un cofanetto nel quale sarà riposto insieme al relativo bundle. Notiamo come Razer ha creato anche diverse taglie disponibili e il modello ricevuto in test va a coprire le taglie M ed L, come potremo intuire dal bollino in plastica trasparente incollato sulla confezione.

 

Razer-Nabu-1  Razer-Nabu-2  Razer-Nabu-3  Razer-Nabu-4  Razer-Nabu-5  Razer-Nabu-6

 

Abbiamo dunque il cofanetto contenente la smartband Nabu ed il relativo bundle.

 

Razer-Nabu-7

 

Una volta aperto, possiamo notare la cura con cui si presenta il prodotto.

 

Razer-Nabu-8  Razer-Nabu-9  Razer-Nabu-10  Razer-Nabu-11  

 

In sintesi troveremo:

  • Razer Nabu
  • Cavetto di ricarica USB
  • Inserto in metallo per variare la taglia
  • Sticker
  • Manuale

 

Razer-Nabu-12

 

Bundle leggermente più curato rispetto al modello Nabu X.

 


Razer Nabu

Possiamo dunque passare ad analizzare anche il Razer Nabu. Come sempre troviamo una fascia con la classica colorazione Razer dove i colori nero e verde la fanno da padrone. Fascia che a differenza del Nabu X non è dotata di fori ma di un sistema di chiusura magnetico. Nella fascia troviamo anche il display OLED con risoluzione di 128x36 a singolo colore dal quale potremo visualizzare in tempo reale tutte le notifiche che riceveremo sul nostro smartphone.

 

Razer-Nabu-1  Razer-Nabu-2  Razer-Nabu-3

 

Nella inferiore  del braccialetto troviamo dunque il display OLED, mentre nella parte superiore è posto un singolo tasto che, cliccato più volte, ci farà passare da una voce all’altra. A differenza del modello Nabu X, privo di display, con il Nabu sarà più facile ricevere, comprendere e visualizzare le diverse notifiche nonché tenere traccia dei progressi lato fitness.

 

Razer-Nabu-10

 

Il display OLED e il bulbo dove risiedono anche i sensori non potrà essere rimosso a differenza del modello Nabu X. La fascia, inoltre, è dotata sempre di una superficie in gomma con delle striature nella parte esterna ed una struttura in plastica internamente. Ciò renderà la smartband più resistente  anche ad eventuali piccoli urti.

 

Razer-Nabu-4

 

Ci viene inoltre ricordato tramite un piccolo adesivo posto internamente alla fascia come il sistema di apertura e chiusura della fascia sia immediato tramite il semplice scorrimento delle due metà. Se nella parte inferiore interna troviamo anche diverse informazioni e specifiche, in quella superiore troviamo il classico motto Razer ‘’For Gamers, By Gamers’’ nonché il connettore proprietario per la ricarica della smartband. Questa volta notiamo anche piccole rientranze nella struttura che serviranno ad agganciare letteralmente il connettore. Connettore che ricordiamo essere conforme allo standard/certificazione IP67 ovvero resistente ad agenti atmosferici quali polvere ed acqua.

 

Razer-Nabu-13  Razer-Nabu-14  Razer-Nabu-15

 

Parlando del connettore troviamo dunque nel bundle un classico cavetto con connettore proprietario da un lato ed un connettore classico USB dall’altro.

 

Razer-Nabu-21  Razer-Nabu-22

 

Nella foto a seguire possiamo comprendere meglio ciò che abbiamo poc’anzi detto.

 

Razer-Nabu-9

 

Ricordiamo anche che nel bundle è presente un inserto in metallo che può essere sostituito a quello già presente nella fascia per ridurre la taglia ovvero passare da una L ad M e viceversa. A differenza del modello Nabu X, il Nabu non possiede un cinturino come quello degli orologi dunque chi ha un polso più grande o più piccolo non potrebbe indossarlo adeguatamente (nel caso di polso più piccolo dovremo comprare la versione S). Teniamo a precisare anche che Razer mette a disposizione come taglia massima la L. Abbiamo comunque visto che già questa taglia sia leggermente sottodimensionata rispetto alla media delle persone, infatti chi dovesse avere un polso leggermente più ampio non potrebbe in alcun modo indossarla. Nel nostro caso non abbiamo avuto problemi ma sarebbe meglio aggiungere e/o creare un inserto che renda la fascia leggermente più ampia e grande per non limitare l’acquisto a poche persone.

 

Razer-Nabu-6  Razer-Nabu-7  Razer-Nabu-8

 

A seguire la smartband Razer Nabu indossata.

 

Razer-Nabu-31  Razer-Nabu-32  Razer-Nabu-33

 

Abbiamo voluto prendere in considerazione anche il Nabu X con alcuni immagini comparative.

 

Razer-Nabu-34  Razer-Nabu-35

 

Entrambi i Razer Nabu indossati.

 

Razer-Nabu-36  Razer-Nabu-37  Razer-Nabu-38  Razer-Nabu-40  Razer-Nabu-41

 

Infine vi riportiamo questa immagine dove sono riportate le dimensioni di entrambe le taglie disponibili per il Razer Nabu.

 

Nabu Dimensioni Taglie 

  • Taglia S/M = 75.3mm L x 59.1mm H x 13.6mm W - Circonferenze polso 163mm a 171mm 
  • Taglia M/L = 81.0mm L x 63.4mm H x 13.6mm W - Circonferenza polso 180mm a 188mm 

 

Passiamo ora come sempre a dare uno sguardo all’utility con cui il Nabu si interfaccerà.

 


Razer Nabu Utility

Possiamo ora prelevare dal Google Play Store l’utility Nabu con la quale avremo modo di interfacciarci con la smartband Nabu. Con l’utility attuale potremo inoltre controllare anche una fascia Nabu X perdendo però parte delle impostazioni presenti nell’utility dedicata al Nabu X. Come sempre il Nabu si interfaccerà con il nostro smartphone tramite un collegamento Bluetooth 4.0 Low Energy, il che permetterà un utilizzo davvero esiguo in termini di batteria. Grazie a ciò potremo raggiungere agevolmente un minimo di 5 giorni di autonomia senza problemi. L’autonomia come abbiamo visto dalla tabella e come abbiamo constatato durante i giorni di test ha mantenuto fede a quanto dichiarato da Razer.

 

Avviata l’utilty ci verrà chiesto quale smartband configurare. Ovviamente in questo caso abbiamo proceduto con il Nabu. Dopo una breve configurazione e alcuni suggerimenti avremo la nostra smartband Nabu pronta all’utilizzo.

 

Razer-Nabu-Utility-2  Razer-Nabu-Utility-3  Razer-Nabu-Utility-4  Razer-Nabu-Utility-5  Razer-Nabu-Utility-6  Razer-Nabu-Utility-7  Razer-Nabu-Utility-8  Razer-Nabu-Utility-9  Razer-Nabu-Utility-10  Razer-Nabu-Utility-11  Razer-Nabu-Utility-12

 

Il Menù dal quale potremo accedere alle diverse impostazioni è come sempre classico e di facile consultazione.

 

Razer-Nabu-Utility-13

 

Avremo al solito la possibilità di modificare i diversi obiettivi come Passi, Distanza, Calorie Bruciate, Minuti di Attività.

 

Razer-Nabu-Utility-14

 

Non mancherà la possibilità di consultare le informazioni personali circa il Nabu o circa Attività e impostazioni avanzate come App connesse, scambio info Social e molto altro che abbiamo già visto anche con il Nabu X.

 

Razer-Nabu-Utility-15  Razer-Nabu-Utility-16  Razer-Nabu-Utility-17  Razer-Nabu-Utility-18  Razer-Nabu-Utility-19  Razer-Nabu-Utility-20  Razer-Nabu-Utility-21  Razer-Nabu-Utility-22  Razer-Nabu-Utility-23  Razer-Nabu-Utility-24  Razer-Nabu-Utility-25  Razer-Nabu-Utility-26  Razer-Nabu-Utility-27

 

Interfaccia e funzioni facilmente comprensibili anche grazie alla localizzazione della lingua Italiano. Possiamo passare dunque al capitolo circa le nostre impressioni  sulla smartband Razer Nabu.

 


Impressioni d’uso

Al solito abbiamo provato per diverse settimane anche il Razer Nabu. Partiamo con il dire che il display OLED ed un tasto dedicato semplificano di molto la consultazione sia di notifiche sia dei progressi fatti. Il sistema di ‘’calzata’’ è buono ma come già detto l’adozione di una taglia massima quale la L potrebbe limitare l’acquisto del Nabu visto che non sono disponibili taglie superiori o inserti in metallo come quello presente nel bundle che diano modo di allargare facilmente la fascia e quindi permettere di essere indossata da Tutti.

Materiali validi e il design classico ed elegante fanno della Razer Nabu una smartband da indossare anche  come se fosse solo un bracciale. Ovviamente un bracciale tecnologico con cui non dover stare sempre con lo smartphone in mano vista la possibilità di ricevere ogni singola notifica direttamente sulla fascia con annessa vibrazione per richiamare la nostra attenzione.

Passando al lato pratico, abbiamo già visto nella precedente recensione del Nabu X come questa smartband seppur più nuova dell’attuale Nabu non abbia portato nessun incremento o si siano fatti passi in avanti per quanto riguardo la precisione dei dati forniti. Abbiamo anche detto precedentemente che il Nabu, ovvero la qui presente smartband, ha ricevuto pareri leggermente migliori ma solo per via del display OLED che rende la parte Social molto più facile da consultare rispetto a semplici LED.

Anche per la smartband Nabu la precisione e rilevazione dei dati non ha entusiasmato troppo o affatto visto che il sensore o i sensori del Nabu così come quello del Nabu X rilevano come sempre ogni singolo movimento che sia una camminata reale o semplici movimenti delle braccia. Ciò porta ad avere delle stats possiamo dire sovradimensionate al reale dato di movimento. Per molti potrebbe essere comunque un indicatore di movimento sufficiente ma a nostro avviso sovrastimare tali dati non rende giustizia a quella che dovrebbe essere la reale attività motoria.

Razer con entrambi i modelli Nabu ha sicuramente puntato più sulla parte Social che su quella Fitness dove altre smartband hanno un calcolo più preciso e realistico dei movimenti e attività svolte.

Ovviamente avendo una rilevazione sommaria e complessiva dei movimenti anche la relativa App ci mostrerà un dato elevato per singola voce.

 


Conclusioni

 

silver new  design

 

Prestazioni 4 stelle 

Come sempre da migliorare tutta la parte di rilevazione dei singoli movimenti.

 
Qualità 4,5 stelle  Materiali buoni e leggerezza assicurati. Water Proof fino ad 1m con certificazione IP67.
Design 4,5 stelle  Design elegante e minimale. Display OLED. 
Prezzo 3 stelle  Circa 120€ prezzo davvero alto e ingiustificato a nostro avviso per un prodotto che punta sempre e solo alla parte Social con scarsi risultati nella rilevazione dei dati ‘’Fitness’’. 
Complessivo 4 stelle   

 

Chiudiamo anche questa altra recensione delle smartband Razer affermando che e purtroppo Razer in questo settore deve ancora lavorare parecchio se vuole realmente offrire una smartband completa sotto entrambi i punti di vista, Social e Fitness. Come visto e letto la Razer Nabu è una valida smartband per tenere sempre sott’occhio le notifiche che ci arriveranno da Facebook, Twitter e altri Social ma per quanto riguarda la gestione Fitness non ci siamo ancora. Purtroppo una rilevazione complessiva di ogni singolo movimento non rende giustizia a quella che potrebbe essere una vera smartband Fitness. Possiamo comprendere anche come Razer  sia nuova in questo settore ma lanciare un prodotto dal costo non indifferente con queste caratteristiche è forse un azzardo. La smartband Razer Nabu è disponibile ad un prezzo di circa 120€ presso Amazon a questo link http://amzn.to/1Odqdns. Prezzo come detto davvero alto se consideriamo che stiamo pagando per una smartband a nostro avviso completa a metà, come abbiamo avuto modo di constatare anche per il Nabu X.

 

Pro

  • Sistema di Notifiche valido
  • Autonomia
  • Display OLED

 

Contro

  • Taglie Standard S/M o M/L
  • Rilevazione movimenti
  • Prezzo

 

Si ringrazia Razer per il sample fornitoci.

Tommaso Mele