Notice: Undefined offset: 62 in /var/www/vhosts/xtremehardware/new.xtremehardware/libraries/src/Access/Access.php on line 608

Notice: Trying to get property 'rules' of non-object in /var/www/vhosts/xtremehardware/new.xtremehardware/libraries/src/Access/Access.php on line 608

Notice: Undefined offset: 62 in /var/www/vhosts/xtremehardware/new.xtremehardware/libraries/src/Access/Access.php on line 613

Notice: Trying to get property 'rules' of non-object in /var/www/vhosts/xtremehardware/new.xtremehardware/libraries/src/Access/Access.php on line 613

Tags: nasreviewrecensionethecusthecus n2810n2810

thecus n2810 14Oggi la redazione vi propone i test e le considerazioni inerenti ad un NAS prodotto e commercializzato da Thecus e rivolto ad utenze domestiche o SO/HO; parliamo del Thecus N2810.

 

 

 

 

 

thecus logo

Riportiamo la storia di questa azienda, direttamente dal sito web di Thecus.

Fondata nel 2004, Thecus ha una squadra che contribuisce con decenni di esperienza nella ricerca e lo sviluppo, una divisione marketing che cura lo sviluppo di canale e una forte attenzione al cliente per fornire prodotti di alta qualità che soddisfino le richieste di storage di individui, piccola/media impresa e grande azienda.

Thecus è focalizzata sull’integrazione e lo sviluppo di hardware e software, dei protocolli che costituiscono il cuore dello storage digitale multimediale. Il risultato sono prodotti più facili da usare e che possono offrire maggiore connettività a dispositivi consumer. Thecus punta a una maggiore integrazione dello storage sia in ambiente domestico che professionale, e si impegna a essere un pioniere di questi campi per fornire ai suoi utenti prodotti impareggiabili.

Per sviluppare soluzioni di storage ottimali per una così vasta gamma di utenti, Thecus ha raccolto un team d’eccellenza per lo sviluppo, con ampia esperienza nella creazione sia di hardware che di software per lo storage. Combinando l’esperienza progettuale con una grande attenzione all’esperienza dell’utente finale, Thecus crea prodotti non solo potenti, ma facili da usare per rendere lo storage avanzato accessibile a utenti di tutti i livelli d’abilità. La missione di Thecus è trasformare la tecnologia più sofisticata in soluzioni di facile impiego che introducano un comodo ambiente di storage di rete nella vita quotidiana di tutti. Producendo la tecnologia più trasparente possibile Thecus continua a portare eccezionali soluzioni per lo storage a utenti avanzati e aziende di tutto il mondo. 

Di seguito riportiamo i quattro pilastri su cui è stata fondata Thecus:

  • Qualità - Impegno nel portare sul mercato solo prodotti della più alta qualità.
  • Innovazione - Investire vaste risorse nella ricerca e lo sviluppo per fornire soluzioni facili da usare e di alte prestazioni.
  • Integrazione - Comprendere i bisogni degli utenti e portare la più completa linea di prodotti al servizio di vari tipi di ambienti e applicazioni.
  • Affidabilità - Creare le soluzioni di storage più sicure, facili da usare e affidabili che sia possibile.

 

Il Thecus N2810 è, a nostro avviso, un notevole passo avanti per l’azienda nel settore del Network Storage, soprattutto per merito delle caratteristiche hardware di primo livello, del software rinnovato e delle performance che andremo a scoprire insieme.

Animato da un processore Intel Celeron N3050 dual core operante alla frequenza di 1.6GHz (2.4GHz in turbo mode) ed affiancato da 2GB di RAM DDR3, il Thecus N2810 ha le carte in regola per diventare il vostro NAS tuttofare.

Linux NAS__Thecus_N2810_-_The_Ultimate_Multimedia_2016-04-23_22-01-14

La porta HDMI con pieno supporto ai video in alta definizione 4K, la transcodifica hardware eseguita direttamente dalla CPU e il pieno supporto al software XBMC presente nell’App Center di sistema, trasformano questo NAS in una stazione multimediale a dir poco perfetta garantendoci la visione, anche in streaming, dei nostri film preferiti senza rallentamenti o perdita di qualità.

Linux NAS__Thecus_N2810_-_The_Ultimate_Multimedia_2016-04-23_22-00-43

L’accesso contemporaneo ai nostri file da due postazioni differenti è più veloce grazie al pieno supporto al protocollo Link Aggregation e dunque alle due porte GigaBIT LAN RJ-45 del quale è provvisto il Thecus N2810.

Linux NAS__Thecus_N2810_-_The_Ultimate_Multimedia_2016-04-23_22-01-26

Ecco dunque che grazie a queste due caratteristiche il nostro prodotto può essere utilizzato al meglio sia in ambienti lavorativi che domestici.

I dati, oltretutto, sono al sicuro grazie a serrature presenti sui bay che prevengono il furto dei nostri dischi.

Prima di proseguire con l’articolo vi rimandiamo all’unboxing video del prodotto, sul nostro canale di Youtube

Andiamo dunque a vedere più da vicino l’estetica e le performance del Thecus N2810.


Thecus N2810: specifiche tecniche

Riportiamo di seguito le caratteristiche tecniche del Thecus N2810 ricordandovi che potrete trovarle anche sul sito ufficiale del produttore al seguente indirizzo:

http://www.thecus.com/product.php?PROD_ID=113

Linux NAS__Thecus_N2810_-_The_Ultimate_Multimedia_2016-04-28_11-31-32

Linux NAS__Thecus_N2810_-_The_Ultimate_Multimedia_2016-04-28_11-31-32

Linux NAS__Thecus_N2810_-_The_Ultimate_Multimedia_2016-04-28_11-32-07

Linux NAS__Thecus_N2810_-_The_Ultimate_Multimedia_2016-04-28_11-32-23


Thecus N2810: box & bundle

Il Thecus N2810 viene venduto all’interno di una confezione bianca ricca di informazioni per l’acquirente.

Sul frontale troviamo, oltre al nome del modello stampato a caratteri cubitali, il logo dell’azienda ed un’immagine del prodotto affiancata da un elenco riportante le caratteristiche tecniche dello stesso.

thecus n2810_01

Sul lato destro della confezione trova posto un’immagine raffigurante un sunto di quello che il sistema operativo ThecusOS 7 ci offre.

thecus n2810_02

La parte opposta presenta l’elenco delle specifiche tecniche del prodotto e quello del contenuto della confezione.

thecus n2810_04

Sul retro l’azienda ha fatto stampare un’immagine del prodotto nel suo habitat; un salotto con uno schermo e il logo 4K con la scritta “The Ultimate Multimedia NAS Server with 4K Transoding”.

thecus n2810_03

Sollevando il coperchio notiamo come il prodotto sia ben protetto dal classico polietilene espanso e da una scatola di cartone contenente gli accessori del bundle posta immediatamente sopra al NAS.

thecus n2810_17

All’interno della confezione troviamo:

  • Il Thecus N2810
  • Una guida rapida di installazione
  • Una carta garanzia
  • Un depliant riportante delle note sul prodotto
  • Un depliant riportante la compatibilità degli hard disk
  • Un cavo LAN RJ-45
  • Il cavo di alimentazione
  • Il trasformatore di corrente
  • Un DVD contenete la documentazione digitale ed il software Acronis True Image & Universal DVD
  • Una bustina contenete le chiavi per chiudere le serrature dei bay e fascette passacavi

thecus n2810_16


Thecus N2810: uno sguardo ravvicinato

Esteticamente il Thecus N2810 non è un prodotto particolarmente ricercato nello stile o nei dettagli; la forma classica a parallelepipedo nero e i due bay frontali risultano ideali in ogni ambiente, ma non ne fanno un oggetto di design.

thecus n2810_13

Sul frontale troviamo per l’appunto i due bay ad estrazione rapida, il bottone di alimentazione, quattro LED di stato relativi a dischi e attività di rete, un tasto di copia veloce ed una porta USB 3.0.

Notiamo con piacere che ogni bay ha il tasto “push” per sbloccare il vano, una piccola serratura che impedisce ai male-intenzionati di rubare i dischi e delle prese d’aria.

thecus n2810_05

I laterali non presentano loghi o prese d’aria; sulla sinistra troviamo un adesivo giallo che ci consiglia di leggere il manuale prima di effettuare il primo utilizzo del prodotto.

thecus n2810_06 thecus n2810_07

Sul retro trovano posto una ventola posta in estrazione, il kensignton lock, due porte LAN RJ-45 con supporto Link Aggregation, una porta HDMI, due porte USB 3.0, un tasto di reset, una porta seriale e il plug per l’alimentazione.

thecus n2810_08

Il fondo è caratterizzato dai quattro piedini antiscivolo, da un’etichetta riportante informazioni sul prodotto e da una presa d’aria che facilita il ricircolo di aria fresca all’interno del case.

thecus n2810_09

Inserire i dischi all’interno dei vani è molto semplice, infatti non abbiamo bisogno di viti per serrare i dischi in quanto ogni supporto è dotato di agganci in plastica di facile utilizzo.

La struttura di ogni supporto è un misto tra metallo, sul frontale, e plastica rigida e fornisce una buona stabilità alla stessa.

thecus n2810_11

L’interno è completamente in metallo, questo aspetto favorisce solidità al prodotto oltre che miglior dissipazione di calore per la componentistica e i dischi stessi.

thecus n2810_12

thecus n2810_10

 


Thecus N2810: configurazione di sistema

Il primo passo da compiere per configurare e poter utilizzare il nostro Thecus N2810 è quello di installare il software Thecus Setup Wizard che ci consente di rilevare il prodotto presente sulla rete.

thecus n2810_ss_01

Controlliamo che nessun dispositivo sulla rete (PC, smartphone ecc..) possegga l’indirizzo IP 192.168.1.100 perché questo verrà assegnato al nostro N2810; se un dispositivo sulla nostra rete ha già quell’indirizzo modificatelo.

Il software dunque rileva il prodotto sulla rete all’indirizzo previsto.

thecus n2810_ss_02

Se vogliamo iniziare immediatamente utilizzare il prodotto senda modificare la password di amministratore e l’indirizzo IP del prodotto facciamo click su “Start Browser”; verremo immediatamente rimandati alla pagina di login di sistema.

thecus n2810_ss_03

Inseriamo dunque le credenziali di accesso di default, ovvero “admin” sia per quanto riguarda la Username che per la Password.

Il sistema ci avvisa che stiamo utilizzando l’ultima versione del software.

thecus n2810_ss_04 thecus n2810_ss_05

Il primo step da effettuare una volta entrati nel ThecusOS 7 è quello di configurare i dischi che andremo ad utilizzare come memoria di storage.

Una schermata iniziale di “Wizard Setup” ci guida in questa operazione, molto semplice.

thecus n2810_ss_07

Scegliamo dunque quale disco utilizzare per creare il nostro volume; nel nostro caso li selezioniamo entrambi.

thecus n2810_ss_08

Possiamo ora scegliere che tipo di volume creare tra JBOD, RAID 0 o RAID 1.

thecus n2810_ss_09

Una volta effettuata la scelta personalizziamo il tutto inserendo il nome che vogliamo dare al nostro volume, che tipo di  file system utilizzare e se abilitare l’”encrypt” dei dati.

thecus n2810_ss_10

Il gioco è fatto; il nostro volume è pronto per ospitare i dati; non ci resta dunque che utilizzare il nostro NAS come meglio crediamo.

Prima di analizzare le performance di questo prodotto vi lasciamo al video di approfondimento riguardante il nuovo sistema operativo ThecusOS 7 dove potrete vedere nel dettaglio i nuovi menù e le varie applicazioni installabili nel sistema.

.be">
.be">


Thecus N2810: configurazione e metodologia di test

I test sono stati effettuati mediante alcuni dei software più utilizzati, completi e affidabili:

I test Robocopy e Xcopy sono stati effettuati tramite un software da noi sviluppato che esegue tre passate per ogni “test” ed effettua una media matematica delle velocità di trasferimento rilevate.

xhnassuite xhnassuite2

I dischi utilizzati per il test sono 2 Western Digital RED in configurazione RAID 0 e RAID 1.

Inoltre abbiamo testato la velocità di trasferimento file delle porte USB 3.0 del quale il sistema è dotato e abbiamo comparato i valori con quelli registrati da una piattaforma fissa e altri NAS dotati di tale porta. Tale test è stato effettuato collegando un Hard Disk esterno Buffalo MiniStation USB 3.0.

Ecco un breve riassunto della configurazione utilizzata per effettuare i test sul PC:

configtest

Il sistema è stato collegato ad uno switch NETGEAR ProSafe GS108T in grado di supportare il protocollo Link Aggregation, protocollo supportato dal Thecus N2810 e quindi testato nel trasferimento di file.


Thecus N2810: Intel Nas Performance Toolkit v 1.7.1+

Questa suite è stata sviluppata da Intel appositamente per testare le performances dei Network Attached Storage. Tale applicazione effettua test in svariati ambiti riproducendo situazioni tipiche nell’utilizzo dei NAS, come ad esempio la riproduzione di contenuti multimediali, lo spostamento di file e cartelle o la visualizzazione di Photo Album.

A nostro avviso è ancora acerba in quanto vi possono essere variazioni di performance legate al sistema dal quale viene lanciato il test (ad esempio viene visualizzata la possibilità di riportare dati leggermente differenti dalla realtà se abbiamo più di 2GB installati nel sistema), nonostante ciò rimane comunque uno dei pochi software a svolgere questo compito.

naspt r0 naspt r1

MULTIMEDIA

naspt0

OFFICE

naspt1

COPIA FILE E PHOTOALBUM

naspt2

Dai test effettuati mediante la suite Intel notiamo come le performance del Thecus N2810 siano assolutamente di buon livello.

In ambito multimediale l’ordinamento pone questo prodotto a metà classifica, ma i valori registrati ci dicono che tale sistema permette una riproduzione di contenuti ad alta definizione senza incappare in problemi di sorta.

Ottimo risultato in ambito lavorativo dove il valore “Office Productivity” è tra i più alti registrati in assoluto.

Buone dunque anche le prestazioni nel trasferimento di file, dove il prodotto si assesta nella prima metà della classifica con valori nella media.


Thecus N2810: CrystalDisk Mark e ATTO Disk

CRYSTALDISK MARK

cdm r0

cdm r1

I test effettuati con CrystalDisk Mark riportano valori molto buoni, con vaori superiori a 118MB/s in fase di lettura e 115MB/s in scrittura in RAID 1.

Leggermente meglio il RAID 0, dole l’accesso sequenziale “Q32T1” supera in entrambi i casi i 118MB/s; al contrario notiamo una flessione dei valori nel test “4K Q32T1” e nei successivi.

ATTO DISK

atto r0

atto r1

La conferma di queste ottime performance arriva da un altro benchmark sintetico; ATTO Disk.

Tale software, infatti, ci mostra come il prodotto raggiunga e superi, in questo test, i 118MB/s in numerose occasioni, saturando quasi completamente la banda disponibile.


Thecus N2810: Robocopy (RAID 0 / 1 )

Robocopy è un’applicazione installata nel nostri sistemi operativi dal tempo di Windows Vista; essa ha il compito di spostare i file in maniera rapida. Per utilizzare tale funzione utilizziamo il prompt dei comandi; una volta completato il trasferimento il software riporterà la velocità di trasferimento dati.

RAID 0

robocopy r0r

robocopy r0w

Andiamo dunque a toccare realmente con mano le performance di questo prodotto, facendogli fare operazioni classiche e di routine; trasferire file di diverso tipo.

Le prestazioni in RAID 0 si rivelano molto stabili ed equilibrate.

In fase di lettura sfioriamo i 100MB/s e rimaniamo piacevolmente colpiti dal trasferimento di immagini e soprattutto documenti di piccolo taglio, dove si raggiungono quasi i 20MB/s.

La scrittura per alcuni versi risulta ancora più veloce, raggiungendo i 109,5MB/s nel trasferimento di file da 512MB e toccando i 100MB/s con file di grandi dimensioni.

Strabilianti anche le performance nel trasferire le immagini; notiamo, invece, un calo rispetto alla lettura in fase di trasferimento di documenti che risulta comunque nella media.

RAID 1

robocopy r1r

robocopy r1w

La tendenza è confermata anche in RAID 1 dove le performance generali risultano essere leggermente inferiori rispetto alla controparte RAID 0.

Raggiungiamo dunque i 94,35MB/s in fase di lettura, con eccellenti risultati nel trasferimento di file di piccolo taglio; la scrittura torna ad essere più veloce con i file di grandi dimensioni ma più lenta con i documenti.


Thecus N2810: Xcopy / SMB (RAID 0 / 1 )

Il protocollo Server Message Block è un protocollo utilizzato per la condivisione e lo spostamento di file soprattutto in ambienti Windows. Abbiamo utilizzato questo protocollo tramite il comando "Xcopy" presente nel prompt dei comandi (MS-DOS).

RAID 0

xcopy r0r

xcopy r0w

Non vorremmo risultare ripetitivi in quanto le performance registrate tramite protocollo SMB sono pressoché identiche a quanto visto con Robocopy.

Notiamo solamente un leggero calo di picco in fase di scrittura, ma ci assestiamo ugualmente intorno ai 100MB/s.

RAID 1

xcopy r1r

xcopy r1w

Stesso ed identico discorso per quanto riguarda il RAID 1.

I risultati mostrati dai test effettuati con Robocopy ed il classico protocollo SMB mostrano come questo N2810, complice un hardware di prim’ordine ed un software rinnovato, raggiunga performance elevate durante il trasferimento di qualsiasi tipo di file, indipendentemente da quale tipo di volume venga utilizzato.


Thecus N2810: Link Aggregation

Analizziamo ora un aspetto fondamentale per l'utilizzo di questa categoria di prodotti a livello aziendale, ovvero il Link Aggregation (802.3ab).

Il protocollo Link Aggregation permette, se coadiuvato da uno switch che supporti la medesima funzione, di moltiplicare la banda disponibile al trasferimento dei file da e verso il NAS. Questo non significa che se abbiamo abilitato il Link Aggregation sul NAS e sullo switch possiamo trasferire da un computer al NAS o viceversa i dati a 2Gbit/s in quanto la velocità per singolo client (il PC in questione) è limitata a 1Gbit/s.

L'utilità dove sta quindi?

L'utilità risiede nel fatto che all'interno di una azienda se abbiamo inserito nella nostra rete un NAS avente, ad esempio, supporto al Link Aggregation 2x, esso disporrà di una banda di 2Gbit/s da suddividere ad un numero di PC >1. Se dunque abbiamo due PC che scrivono contemporaneamente, o leggono dati contemporaneamente, entrambi lo faranno a 1Gbit/s e non si splitteranno il classico Gigabit in 2x500Mbit/s.

Ecco i risultati.

lag down

lag up

Le performance registrate in questo ambito non son delle più elevate.

Il nostro N2810 si posiziona nella seconda metà della classifica e riusciamo a superare i 160MB/s solo in fase di lettura mediante RAID 0, trasferendo un file da 1GB.

Nelle altre circostanze il prodotto si assesta intorno ai 120MB/s non duplicando di fatto realmente la banda ma permettendo comunque trasferimenti non ultra-lenti.


Thecus N2810: USB 3.0, consumi e rumorosità

USB 3.0

 usb3

Le performance riguardanti le porte USB 3.0 del Thecus N2810 non son entusiasmanti come il resto.

La velocità di scrittura non supera i 18MB/s mentre la lettura raggiunge i 48.41MB/s, perfettamente in linea con molte altre soluzioni.

La mancata velocità in fase di scrittura è probabilmente dovuta dall’ottimizzazione software e non si esclude che eventuali aggiornamenti possano incrementare tali valori.

Consumi e Rumorosità

consumi

Il Thecus N2810 strizza l’occhio all’ambiente grazie ai consumi estremamente contenuti.

Senza dischi il nostro NAS non va oltre i 6 Watt/h mentre a pieno carico siamo riusciti a portarlo a 15 Watt/h; tutto questo si traduce in una spesa annua di appena 26,28€/annui ( ipotizzando un costo di 0,20/€/Kwh) se tenuto acceso 24/7.

Il sistema risulta molto silenzioso durante il funzionamento, gli unici rumori marcati che notiamo sono i vari “beep” di check che fa il sistema in fase di accensione e di spegnimento.


Thecus N2810: conclusioni

orogreen

 

Prestazioni 4,5 stelle

Le performance di questo prodotto son molto buone, soprattutto grazie all'equilibro che mostra in fase di trasferimento di file eterogenei. Purtroppo le prestazioni LAG non son allo stesso livello e la USB 3.0 risulta molto lenta in fase di scrittura.

Ricordiamo la presenza della porta HDMI con pieno supporto 4K.

Rumorosità 4 stelle

Una volta avviato, il sistema è estremamente silenzioso, tuttavia in fase di avvio i "beep" son numerosi e molto forti; se accendete o spegnete il prodotto di sera rischiate di svegliare la vostra compagna di stanza.

Qualità dei materiali 4,5 stelle

Chassis in metallo, struttura interna in metallo, bay in metallo e plastica rigida con serrature; ottimo!

Software e supporto 4 stelle

In questo campo Thecus si è migliorata moltissimo proponendo agli utenti un sistema operativo completo e dall'aspetto piacevole. Non abbiamo ancora il numero di applicazioni o il supporto / community che troviamo in altre aziende quali Synology, QNAP o Asustor, ma la direzione è quella giusta!

Prezzo 4,5 stelle

Possiamo acquistare il Thecus N2810 ad un prezzo di circa 310€, non una cifra elevata se confrontato ai prodotti della concorrenza.

Complessivo 4,5 stelle  

Il Thecus N2810 ci ha lasciati piacevolmente colpiti dalle sue caratteristiche e dalle sue performance. Riusciamo infatti a trasferire file alla reale velocità di 100MB/s in praticamente tutte le circostanze ed anche lo spostamento di tanti documenti di piccola dimensione non risulta lento e noioso. Il software è una delle innovazioni più grandi per questo prodotto, infatti il ThecusOS7 porta una ventata d’aria fresca e modernità al sistema operativo prima caratterizzato da un'interfaccia scarna e “grigia”.

La GUI ora è al passo con i tempi e ricorda quella di altre soluzioni proposte dalla concorrenza, quali Synology, QNAP o Asustor. Il numero di applicazioni installabili è aumentato notevolmente anche se non è ancora molto elevato, l’app-center, tuttavia, sembra strutturato per poter accogliere nuovi software; lo speriamo vivamente. Il pieno supporto ai video in 4K, la transcodifica hardware e la porta HDMI fanno di questo prodotto un sistema ideale per l’home entertaining; possiamo infatti collegare l’N2810 alla televisione ed utilizzare l’applicazione XBMC per guardare i nostri film preferiti.

In ambito “office” questo sistema si comporta bene, ma non benissimo; il Link Aggregation ci regala performance non di primo livello e, nonostante il trasferimento non sia lento, la velocità è tutt’altro che raddoppiata. Un aspetto che ci ha fatto storcere un po’ il naso riguarda la velocità di trasferimento in scrittura delle porte USB 3.0 che non si son rivelate all’altezza del prodotto testato.

Il prezzo, circa 300/310€ è piuttosto contenuto se riportato alle caratteristiche tecniche ed alle performance rilevate, infatti è difficile trovare un NAS a questo prezzo che offra HDMI 4K e Link Aggregation. In sostanza il Thecus N2810 è uno dei migliori prodotti nella sua fascia di prezzo ed è indicato a coloro che cercano buone performance,  elasticità di utilizzo e consumi ridotti.

Pro

Contro

Ringraziamo Thecus per il sample fornitoci.

Angelo Ciardiello

 

Commenta sul forum