msi_wind_u135 Dal lancio del suo primo netbook da 10’’ nel 2008, MSI ha guadagnato ampie fette di mercato. Il lancio di nuovi prodotti in questo segmento ha aiutato a rilanciare l’immagine del marchio MSI.  Quando MSI ha lanciato il suo primo netbook, tutti i prodotti esistenti (per lo più Asus EeePC) avevano un display da 7’’ o 8,9’’. Il vantaggio iniziale del primo netbook MSI U100 è stato proprio di fornire uno schermo e una tastiera più ampi pur mantenendo un peso simile agli altri netbook. 



MSI ha continuato ad ampliare la sua gamma di prodotti puntando sull’autonomia dei suoi netbook, mentre altre aziende puntavano più sulla connettività 3G. Il mercato sembra aver apprezzato i prodotti MSI e la sua visibilità è aumentata sensibilmente. Per il consumatore ciò significa avere una marca in piu tra cui scegliere il proprio portatile. E la concorrenza non può che essere positiva per il consumatore.


Presentazione

Il nuovo modello oggi recensito è un’edizione speciale che celebra la vendita di un milione di netbook Wind U100. L’MSI Wind U135 è basato sulla nuova piattaforma Intel Pinetrail e l’edizione speciale sarà disponibile nei colori blu e rosso. Ma vediamo quali sono i miglioramenti introdotti in questo nuovo netbook. La scatola mostra i due nuovi modelli (blu e rosso), paragonati con il vecchio MSI U100 bianco e nero, visibile in secondo piano.  In basso a sinistra sono evidenziate alcune feature riguardanti la tastiera, il display, la durata della batteria e il touchpad.

 

mu13501


Nel bundle sono compresila garanzia, un cd dei driver e il manuale utente.

 

mu13502

 

Ecco invece come si mostra il prodotto. Il sample recensito è la versione rossa. Stando a quanto dichiarato dal produttore, il design strisciato è stato realizzato con la tecnologia Color Film Printing. Il design sembra effettivamente migliore del precedente modello U100 e l’utilizzo di due colori diversi per la tastiera e la scocca, cattura l’attenzione dell’osservatore.

 

mu13503 mu13504mu13505 mu13522

 

 

La base è invece simile a quella del precedente modello. Non c’è un vano di accesso alle ram o all’HDD per cui l’utente che vorrà fare un upgrade sarà costretto a rimuovere totalmente la scocca inferiore.

 

mu13506


Caratteristiche

Otto LED identificano lo stato della tastiera e del netbook. Le funzioni della tastiera si attivano spingendo il tasto Fn (Function) e il tasto della relativa funzione. L’etichetta sul lato sinistro mostra le specifiche hardware del netbook, che riassumiamo brevemente, prima di analizzarle nel dettaglio:

  • CPU: Intel Atom N450
  • LCD: 10” 1024x600 LED
  • RAM: DDR2 1GB
  • HDD: SATA 250GB
Il touchpad è più grande di circa il 20% e ciò lo rende sicuramente più confortevole all’uso e la sua finitura lucida trasmette una gradevole sensazione al tatto. La tastiera rappresenta una delle più grandi differenze tra l’U135 e l’U100. La pressione necessaria è ben calibrata e i tasti non risultano né troppo duri né troppo morbidi. Lo spazio a disposizione è stato sfruttato completamente per ottenere una disposizione razionale dei tasti. Il pulsante di accensione si trova a destra, appena sopra la tastiera e sotto la cerniera dello schermo. Il pulsante si illumina di blu quando il portatile è acceso.

mu13509 mu13510 mu13511 mu13516 mu13512

 

Lo schermo 16:9 da 10” è retroilluminato LED ed ha una superficie di tipo Glare. La risoluzione è di 1024x600 (WSVGA). Sopra di esso troviamo la webcam da 1,3 Mpixel e il microfono.

 

mu13513

 

Nel lato sinistro dello chassis troviamo, nell’ordine, il foro per bloccare il netbook con un apposito cavo, lo spinotto di alimentazione, una larga fessura per l’espulsione dell’aria calda e due porte USB 2.0.

 

mu13514

 

Nel lato destro troviamo una USB 2.0, lo slot per card SD,  Jack per microfono e cuffie,  uscita D-Sub per un monitor esterno e una porta Ethernet.

 

 

mu13515

 

Con la batteria da 6 celle l’U135 pesa 1275g. Le specifiche ufficiali dichiarano infatti 1,3kg.

mu13517

 

Il modello recensito include una batteria a 6-celle da 4400mAh, 49Wh. Considerando la precedente esperienza con l’U100, MSI potrebbe fornire sia una versione da 4400mAh sia da 5200mAh. In commercio potrete trovare anche versioni dell’MSI U135 con batteria a 3 celle.


mu13507

 

La dimensione del trasformatore è la più piccola tra quelle dei trasformatori disponibili sul mercato. E’ fabbricato dalla LITE-ON, un altro brand molto famoso. Il trasformatore AC diventa solo leggermente caldo durante la ricarica della batteria.




 

Interno

Queste immagini mostrano l’interno dell’MSI U135, con la parte inferiore del case smontata. Il suggerimento,  per chi vuole installare delle ram DDR2 o vuole fare altri upgrade hardware, è di inviare il netbook al centro di supporto MSI.  Rimuovere da soli il case può portare al danneggiamento degli adesivi della garanzia e quindi ad invalidarla.

mu13518

 

L’MSI U135 dispone di uno slot per espandere la RAM, di tipo DDR2. La RAM già presente, 1GB DDR2-667 prodotta dalla Hynix, è saldata direttamente sul PCB della scheda madre. L’Atom N450 supporta fino a 2GB di RAM, quindi sarebbe possibili installare nello slot un banco da 1GB. La ventola è più grande di quella che solitamente possiamo trovare negli altri netbook. Il vantaggio di questa ventola è che riesce a generare un abbondante flusso d’aria senza produrre molto rumore. Il layout della scheda madre si è semplificato molto grazie alla piattaforma PineTrail. Il processore integra ora il chip grafico GMA 3150 e il memory controller, prima presenti nel chip 945GSE, mentre le operazioni di I/O sono demandate al chipset NM10.

 

mu13519

 

L’HDD è un Fujitsu da 250GB. Analizzeremo tra poco le sue prestazioni.

mu13520



Benchmark Sintetici

La recente piattaforma PineTrail utilizza una cpu Atom N450 che lavora alla frequenza di clock di 166x10=1,66Ghz, ed ha una cache L2 di 512KB. La cpu è single core, ma supporta la tecnologia HyperThreading che permette di simulare un secondo core logico.
Il sistema operativo con cui viene venduto l’MSI U135 è Windows 7 starter edition. Ecco uno screenshot della schermata “Gestione Dispositivi” di Windows.


mu135hw

Ecco invece come si presenta il desktop, con i software preinstallati da MSI:


mu135os

E’ stato effettuato un upgrade a Winodws 7 Ultimate Edition 32 bit. Questo è il risultato del benchmark di Windows 7, pesantemente limitato dalla cpu.


mu135w7

Le performance della cpu sono state valutate eseguendo un Super PI 1m, il cui calcolo si è concluso in 1m 50.714s e il benchmark CPUmark 99 che ci ha dato un punteggio di 115.

 

mu135pi

Altri test sono stati effettuati con Nuclearus Multi Core (1704 punti) e Fritz Chess Benchamrk (1,65/791).

 

mu135nm

Successivamente sono stati effettuati test che impegnassero tutta la piattaforma. Nel benchmark CrystalMArk 2004R3 sono stati totalizzati 27926 punti.

 

mu135cm

Nel benchmark di rendering Cinebench R10, il risultato è stato di 559 punti per singola CPU e 861 punti nel test multicore con un evidente boost prestazionale dato dall’HT. Il punteggio in OpenGL è di 291.

 

mu135cb

Le performance dell’Atom N450 non si discostano di molto da quelle del precedente N280. In effetti hanno entrambi una frequenza di clock di 1,66Ghz e l’architettura è rimasta praticamente invariata. Non c’è quindi da stupirsi se non ci sono stati miglioramenti evidenti a livello di prestazioni. Anche lo score in OpenGL è circa lo stesso del vecchio chipset 945GSE. Il punteggio al 3Dmark2003 è sempre nel range di 700 punti come nella vecchia GMA 950.

I test dell’Hard disk sono stati effettuati con HD tune, CrystalDisk e ATTO. Il nuovo Fujitsu da 250GB si comporta molto bene anche se è nella versione da 5400 rpm. Il transfer rate massimo si attesta infatti sugli 85/89 MB/s sia in lettura che scrittura avvicinandosi alle prestazioni degli ultimi dischi da 7200rpm 2,5”. E’ evidente che gli HDD da 2,5” si stanno evolvendo molto rapidamente e le prestazioni stanno migliorando in modo consistente.

 

mu135hdd1 mu135hdd2

 



Test di utilizzo


Le temperature della Cpu sono state misurate con Core Temp e Hardware Monitor. I valori rilevati mostrano ampie discrepanze ma in base alla temperatura dell’aria che usciva dal netbook, quelli rilevati da Core Temp sono sembrati i più corretti. In idle le temperature rilevate sono state di 25°C con Core Temp e 31°C con Hardware Monitor. In Full load con Orthos Stress Prime Core Temp ha rilevato 35°C mentre Hardware Monitor 50°C. In ogni caso il sistema di raffreddamento sviluppato da MSI ci è sembrato molto efficiente, mantenendo le impressioni positive del precedente modello U100.

mu135temp1 mu135temp2

I test di consumo sono stati rilevati con un misuratore di potenza, con batteria staccata. In Idle il consumo è di 9W mentre il full load di 13W. Il consumo è inferiore di circa 5-7W alla precedente piattaforma basata su 945GSE. Questo è un punto di forza della nuova piattaforma PineTrail che è in grado di ridurre ancora di più i consumi dei netbook.

 

mu135idle mu135full

 

E’ un peccato che la GMA 3150 non supporti la decodifica hardware di video con risoluzione 1080p. L’utilizzo della cpu per la riproduzione di video 720p è del 50-70% con picchi all’80-90%.

 

mu135w720p

Per il 1080p l’utilizzo cpu sale al 70-85% con picchi al 90-99%. Il carico di utilizzo della cpu è abbastanza alto per la riproduzione di video con risoluzione 1080p e si può incorrere occasionalmente in scatti del video e frame scartati. Chiudendo il Taks Manager e tutte le applicazioni non necessarie è però possibile vedere il video a un frame rate accettabile (al di sopra dei 24fps).

 

mu135w1080p

Abbiamo testato la durata della batteria con Battery Eater Pro V2.70. Le condizioni di test prevedono Wi-fi disattivato, Bluetooth attivato e luminosità dell’LCD impostata al 50%. In benchmark stressa sia la CPU che la GPU quindi dovrebbe rappresentare condizioni di lavoro estreme. In full load  la durata della batteria è stata di 4 ore e 3 minuti. In idle di 6 ore e 15 minuti.

 

mu135beidle mu135be

 

In modalità cinema l’U135 è rimasto acceso per 4 ore e 50 minuti. La durata in idle è leggermente superiore a quella dei precedenti modelli con batteria a 6 celle ma equipaggiati con la vecchia piattaforma Atom. Tuttavia ci saremmo potuti aspettare risultati migliori grazie alla piattaforma PineTrail. Altri netbook con PineTrail sembrano garantire autonomie sensibilmente maggiori.

Passiamo ad analizzare gli altoparlanti integrati nell’U135. I medi mostrano un suono pulito ma non abbastanza ricchi. Gli alti raggiungono buone frequenze ma sembrano un po’ tagliati. I bassi sembrano un po’ piatti e attenuati. Probabilmente è ciò che ci ha deluso di più di questo netbook. Anche se chi acquista un netbook non si aspetta molto dalla qualità del suono, probabilmente preferirebbe degli speaker migliori. Il colore e la luminosità durante le videoconferenze sembrano buoni. Impostando la webcam a 1,3MegaPixel, l’MSI U135 offre una buona risoluzione e una buona qualità del video.


Conclusioni


oro

L’MSI U100 al lancio aveva un ottimo rapporto qualità-prezzo. Anche adesso, con un prezzo di circa 230 euro, offre un ottimo rapporto qualità prezzo, in un mercato ormai saturato da molte aziende.

La nuova edizione speciale rilasciata dopo due anni utilizza la nova piattaforma Pinetrail ma sfortunatamente non offre prestazioni migliori  rispetto alla precedente generazione. Questo ha indirettamente un forte impatto sull’appetibilità dell’MSI U135. Il costo di 240-260 euro con batteria a 3-celle o 320 euro con batteria a 6 celle, lo rende poco interessante nei confronti della concorrenza che propone modelli simili ad un prezzo leggermente inferiore.

Passando a fare qualche considerazione su PineTrail viene da chiedersi per quale motivo Intel abbia pubblicizzato questa nuova piattaforma quando in realtà le prestazioni sono rimaste sostanzialmente invariate e tutto ciò che offre è soltanto un minore consumo. Effettivamente il tallone d’achille di questi netbook sono proprio le prestazioni mentre tutto sommato la durata della batteria era già buona nei netbook basati sulla piattaforma DiamondVille. Forse il motivo è che a fronte di costi di produzioni minori (layout semplificato e un chip in meno da produrre) Intel si può permettere di aumentare i costi di vendita sfruttando il fattore novità.

Per quanto riguarda MSI, ci è sembrata ancora una volta all’altezza delle aziende più blasonate per quanto riguarda il mercato dei notebook. Inoltre è sempre molto veloce nel rilasciare nuovi prodotti, basati sia su CULV, Core o Atom. Nonostante l’MSI U135 è leggermente penalizzato dal costo della nuova piattaforma PineTrail, è evidente lo sforzo di MSI per lanciare comunque questo nuovo prodotto sul mercato. A nostro avviso riproponendo lo schermo proposto sull’MSI U100 e con un calo dei prezzi del nuovo chipset Intel, anche l’U135 può raggiungere un ottimo rapporto qualità prezzo.

Pro

  • Estetica migliorata rispetto ai precedenti modelli
  • Ottima tastiera
  • Il trasformatore AC si scalda poco
  • Buone prestazioni dell’HDD per un avvio rapido del sistema operativo e delle applicazioni
  • Ottimo sistema di raffreddamento, silenzioso ed efficiente
  • La batteria a 6-celle non pesa molto mantenendo il peso del notebook entro gli 1,3kg dichiarati
  • La piattaforma PineTrail consuma meno rispetto alla precedente con chipset 945GSE
  • Buona qualità del video della webcam.

Contro

  • Nessun incremento prestazionale nella piattaforma PineTrail, né sulla CPU né sulla GPU.
  • Costo superiore del 20-30% rispetto alla precedente piattaforma Atom al momento del  lancio
  • L’U135 non adotta lo schermo opaco dell’U100
  • La superficie lucida del notebook è accattivante ma si sporca facilmente con le impronte delle dita.
  • La qualità del suono degli speaker lascia un po’ a desiderare.
  • La batteria potrebbe durare di più

 

Prestazioni ★★★★★★★★☆☆
Solidità ★★★★★★★★☆☆
Caratteristiche ★★★★★★★★☆☆
Aspetto ★★★★★★★★★☆
Prezzo ★★★★★★★☆☆☆

Recensione a cura di Windwithme
Traduzione a cura di Leonardo Angelini