Tags: overclockIntelreviewrecensionetest1155Core i7-2700k2700k

die-sandy_bridge

 Nelle settimane scorse Intel ha presentato ufficialmente un nuovo processore desktop. Esso rappresenta il top gamma per l'architettura Sandy Bridge su socket 1155. Il Core i7-2700K è di fatto un piccolo step evolutivo del precedente i7-2600K che andrà ad affiancare. Lo abbiamo testato per voi in questa recensione.

 

 

 

Abbiamo avuto già modo di analizzare in maniera approfondita in un precedente articolo della nostra testata l'architettura Sandy Bridge al suo debutto nel mercato desktop, vi invitiamo pertanto a rileggerlo per capirne tutte le feature principali:

Intel Core i5 2500K e i7 2600K su chipset P67: Analisi e Prestazioni delle CPU Sandy Bridge

Il nuovo microprocessore Intel Core i7-2700K, sostanzialmente ricalca tutte le caratteristiche tecniche relative al modello i7-2600K fatta la sola eccezione per quanto riguarda la frequenza operativa. Questa nuova CPU lavora ad una frequenza di 3,5 GHz e grazie alla modalità "Turbo Boost" può arrivare fino alla frequenza di 3,9 GHz su singolo core.

Rispetto al suo predecessore Core i7-2600K ha pertanto una frequenza superiore di 100 MHz. Come da tradizione Intel degli ultimi periodi, l'indicazione "K" è sinonimo che indica la presenza di moltiplicatore sbloccato. Il Core i7-2700K è dotato anche lui di quattro core e grazie alla tecnologia Hyper Threading è in grado di eseguire otto thread simultaneamente. La CPU integra 8 MB di cache L3, una Intel HD Graphic 3000 ed il concetto di Platform Controller Hub (PCH).

Il System Agent si occupa della gestione del Memory Controller, con latenze ridotte rispetto al memory controller delle CPU Clarkdale e comparabili rispetto a quelle delle CPU Lynnfield, della gestione delle 16 linee PCI-Express 2.0, generalmente separate in 2 linee x8, del controller dell’uscita a video, integrato nella CPU per risparmiare potenza nelle piattaforme notebook, e, non ultimo, dell bus DMI che interconnette la CPU con il chipset (o Platform Controller Hub) H67, P67 e Z68. Interessante notare come System Agent, Core e GPU hanno differenti alimentazioni e anche frequenze di clock, per una gestione del tutto indipendente.

 

 


 

Configurazione di sistema e metodologie di test

Di seguito potete vedere una schermata effettuata con il software di monitoring CPU-Z che ci mostra tutti i parametri della cpu Intel i7-2700K:

2700k-2

 

La CPU Intel Core i7-2700K sarà sottoposta a numerosi test nel corso di questa recensione, le piattaforme di test le potete leggere sulla seguente tabella:

piattaforme

 


SINTETICI:

  • 3DMark Vantage:
  • AIDA64:

COMPRESSIONE DATI E MULTIMEDIA

  • 7zip
  • Winrar
  • Cinebench 11.5 e 10
  • X264 Benchmark HD
  • Hand Brake
  • Fritz Chess
  • Blender
  • POV-Ray
  • Euler 3D
  • Sisoftware Sandra

Seguiranno altri test specifici per lo scaling sulla frequenza operativa della cpu, sulla memoria e sul North Bridge. Ed in fine per tutti gli appassionati abbiamo eseguito vari test overclock sia ad aria sia sotto phase change.

 


3D Mark Vantage: CPU test

Test CPU

Iniziamo l'analisi delle prestazioni con il presentarvi tutti i test che mettono sotto stress il processore, che vi ricordiamo essere un Intel i7-2700K con architettura Sandy Bridge, dotato di 4 core e tecnologia Hyper Threading. Questo permette al Sistema Operativo di usufruire di 8 thread contemporaneamente.

 

 

3DMark Vantage: CPU TEST

Prodotto dalla Futuremark, 3DMark Vantage è uno strumento utile per testare le prestazioni del proprio sistema. Principalmente ideato per rilevare le prestazioni del comparto grafico il 3DMark Vantage si rivela adatto anche per il testing delle CPU che sempre più spesso fanno da collo di bottiglia nei sistemi quando si parla di applicazioni grafiche. Il test è stato effettuato solamente per quanto riguarda la CPU, disabilitando i 2 steps relativi esclusivamente alla VGA.

3d_mark_vantage

 

 

La nuova cpu Intel i7-2700K si posiziona, come ci si poteva aspettare, immediatamente sopra la cpu i7-2600K. D'altra parte non poteva essere differente in quanto porta con se un incremento di 100 MHz sulla frequenza operativa

 

 


AIDA64

Aida64 è un software prodotto dalla FinalWire che consente di monitorare il sistema fornendoci informazioni dettagliate sulla componentistica hardware. Il software comprende al suo interno un’utility di bench in grado di testare memoria e le cache presenti all’interno del processore.

aida64_read

aida64_write

aida64_copy

aida64_latency

 

 

 

 

 

Quello che notiamo come nel caso precedente che il nuovo processore Intel si posiziona sopra il 2600K; c'è un miglioramento generale di prestazioni probabilmente dovuto alla scheda madre utilizzata e all'ottimizzazione dei BIOS rispetto ai test effettuati alcuni mesi fa.

 

Vi mostriamo di seguito le schermate effettuate durante il test con AIDA64:

 

aida1

 

 

 

 

7Zip 9.20

 

7Zip 9.20

Questo noto software di gestione degli archivi contiene al suo interno un tool in grado di analizzare le prestazioni di sistema, riportando un valore espresso in MIPS (million istruction per second). Il test comprende compressione, decompressione e valore generale.

7zip

 

 

Situazione già vista in precedenza, la cpu Core i7-2700K si posiziona immediamente sopra la precedente top gamma Sandy Bridge socket 1155.

 

WinRAR 4

 

WinRAR 4.01 

Altro famoso software di compressione e decompressione di archivi di dati. Al suo interno è presente una utility di benchmark che comprime un file standard atto a tale scopo; il software provvede a restituire il valore di compressione espresso in KB/s. Abbiamo inoltre eseguito i test disattivando il core parking presente nel sistema operativo Windows 7 SP1. Potete leggere un nostro approfondimento dell'argomento al seguente link:

Core parking in Windows Seven: prestazioni di WinRaR con Sandy Bridge

Ricordiamo che disabilitare il Core Parking in Windows 7 ha effetto soltanto sulle CPU con HT con più di 4 core logici e non ha alcun effetto sulle CPU Intel senza HT e sulle CPU Bulldozer.

winrar_4.01

 

 

Stessa situazione vista nel caso di 7Zip, il miglioramento rispetto alla cpu Intel i7-2600K è davvero minimo. Molto interessante il risultato nel caso in cui si disattiva il core parking, che porta ad un netto aumento delle performance rispetto alla situazione di default.

 

 

 

 

Cinebench 10

 

Cinebench 10

Software prodotto dalla Maxon che permette, tramite l’elaborazione di immagini e di contenuti tridimensionali, di testare le performance della CPU. Il software permette il test della CPU utilizzando un core singolo oppure tutti i core presenti all’interno del processore.

cinebench_10

 

Il benchmark di Cinebench non fa altro che confermare l'ottima architettura di questa cpu, posizionandola immediatamente sopra la cpu Intel i7-2600K, non andando a stravolgere i risultati rispetto al passato.

 

 


Cinebench 11.5

Software prodotto dalla Maxon che permette, tramite l’elaborazione di immagini e di contenuti tridimensionali, di testare le performance della CPU. Il software permette il test della CPU utilizzando un core singolo oppure tutti i core presenti all’interno del processore.

cinebench_11

 

Medesima situazione vista nel caso del test fatto in versione 10. La nuova cpu Intel fa ovviamente segnare il miglior punteggio su architettura Sandy Bridge e socket 1155, ma non distanziando la vecchia top gamma 2600K. Risultato che ovviamente non sorprende.

 

 

X264 Benchmark HD 3.0

 

X264 Benchmark HD 3.0

Software in grado di misurare le performance della CPU mediante la codifica video x264.

x264hd

 

Ottimo punteggio specialmente nel 2nd Run, che ci conferma la bontà dell'architettura Sandy Bridge. Inoltre questo Run sfrutta molto bene la tecnologia Hyper Threading al contrario del 1st Run dove abbiamo un lieve peggioramento.

 

Handbrake 0.9.5

 

Handbrake 0.9.5

Software di transcodifica video multithread con il quale trasformeremo un file (un film) in MP4; il processo comprende codifica video x264, codifica audio FAAC e mux finale in contenitore MP4. Verrà preso in considerazione il tempo impiegato dalla CPU per svolgere questo compito.

handbrake

Prova reale che mette in pasto ai core delle varie CPU un filmato da codificare. La nuova cpu Intel fa segnare il migliore punteggio nella nostra classifica tenendo in considerazione l'architettura Sandy Bridge su socket 1155.

 

Fritz Chess

 


 

Fritz Chess

Fritz Chess è il più forte motore di scacchi ed è l’evoluzione di quello che ha affrontato il campione del mondo Vladimir Kramnik nel Bahrain nell’ottobre del 2002. Milioni di appassionati di scacchi hanno guardato le partite in diretta in Internet. Fritz è stato capace di pareggiare il match (4:4), e Kramnik ha mostrato tutto il suo rispetto per la performance di Fritz quando ha detto: “DeepFritz è più forte di DeepBlue!” Il nuovo motore del Fritz8 si basa appunto su quella versione “Bahrain” ed è stato ulteriormente migliorato nel gioco posizionale.

fritz_chess

 

Ottimo punteggio anche in questo benchmark che non fa altro che confermarci ciò che abbiamo già visto con la cpu Intel i7-2600K. La nuova cpu fa segnare un punteggio lievemente migliore rispetto a quest'ultima.

 

 

 

 

Blender 2.60

 

Blender 2.60

Blender è un programma open source di modellazione, rigging, animazione, compositing e rendering di immagini tridimensionali. Dispone inoltre di funzionalità per mappature UV, simulazioni di fluidi, di rivestimenti, di particelle, altre simulazioni non lineari e creazione di applicazioni/giochi 3D. È disponibile per vari sistemi operativi: Microsoft Windows, Mac OS X, Linux, FreeBSD, assieme a porting non ufficiali per BeOS, SkyOS, AmigaOS, MorphOS e Pocket PC. Blender è dotato di un robusto insieme di funzionalità paragonabili, per caratteristiche e complessità, ad altri noti programmi per la modellazione 3D

blender_single_core

 

La potenza di calcolo su singolo core non sorprende affatto. Tra le cpu in classifica nei nostri test, quelle Intel si aggiudicano la migliore posizione distanziando in maniera netta le rivali AMD. Segno che l'IPC di queste cpu è davvero elevato rispetto agli avversari, anche con le nuove architettura Bulldozer.

 

POV-Ray 3.7

 


 

POV-Ray 3.7

POV-Ray è un programma di ray tracing disponibile per una gran varietà di piattaforme. Era originariamente basato su DKBTrace, un programma sviluppato da David Kirk Buck and Aaron A. Collins. È stato anche influenzato pesantemente dal programma di ray tracing Polyray con il beneplacito del suo autore, Alexander Enzmann. Nelle versioni più recenti il motore di rendering è stato aggiornato profondamente per consentire il calcolo della illuminazione globale, delle caustiche, ed di elementi particellari per generare nubi, fuoco, vapore. Fa ora uso del multithreading, quindi si avvantaggia della presenza sul computer di processori multicore o più processori.

pov-ray

Se in questo benchmark la cpu AMD faceva segnare un punteggio migliore rispetto alla cpu Intel i7-2600K, con questa nuova cpu Intel si riprende la posizione persa andando a miglioare il già ottimo punteggio di queste cpu quad core.

 

Euler 3D

 


 

Euler 3D

È un software che può trattare numeri reali, complessi, intervalli di numeri, matrici ed array. Traccia diagrammi 2D/3D ed include un moderno linguaggio di programmazione. Tutte le versioni di EULER sono freeware con licenza GNU. EULER è molto simile a Matlab, ma l’autore tiene a precisare che non si tratta di un suo clone. Euler 3D è utilizzato per analisi di fluidodinamica, dotato di una modalità di benchmarking integrata liberamente utilizzabile che sfrutta tutti i core e thread a disposizione del processore.

euler3d

Altra conferma di quanto già visto per la cpu Intel i7-2600K, il punteggio è indubbiamente di alto livello e questa nuova cpu ribadisce questo concetto, migliorando in misura marginale quanto già visto in precedenza.Sisoft Sandra: Crittografia Dati

 


 

Sisoft Sandra: Crittografia Dati

SiSoftware Sandra (System Analyser, diagnostica e Reporting Assistant) è uno strumento di diagnostica che permette di fornire informazioni dettagliate sulla configurazione hardware e software del computer. Un anno fa, SiSoftware rilasciò Sandra 2010 offrendo pieno supporto a Windows 7; a 18 mesi dal lancio di Windows 7, abbiamo assistito ad una vera e propria incoronazione del PC ad hub multimediale. Pochi mesi fa è stato rilasciato un benchmark dedicato alle unità Blu-Ray, ora gli autori si sono focalizzati sulla realizzazione di un nuovo benchmark: il Media Transcoding basato sulle Media Foundation di Windows 7. A tutto è stato affiancato un nuovo benchmark (Crittografia GPGPU) che permette un confronto diretto tra le prestazioni registrate dalla CPU (utilizzando i set di crittografia disponibili) e quelle della GPGPU.

sisoft_sandra_-_Cryptography

 

 

 

Test che mette in risalto le nuove architetture, dove la presenza di codifica hardware per la crittografica dati, usando istruzioni SHA ed AES 256, risulta vincente. Come si può osservare, i punteggi delle cpu Intel sono indubbiamente i migliori in assoluto rispetto alle rivali AMD. Questa cpu migliora marginalmente l'ottimo risultato già effettuato del processore Intel Core i7-2600K.

 


Overclock

 

Abbiamo condotto dei test cercando di trovare la massima frequenza benchabile, ossia una frequenza tale che ci permetteva di superare il noto software di benchmark SuperPI. Come si può vedere dalle schermate seguenti abbiamo eseguito la modalità 1M prima per trovare la massima frequenza operativa della cpu e poi infine cercando di stabilire se vi sono stati miglioramenti sulla massima frequenza di bclk e ram rispetto alla cpu i7-2600K. Il sistema usato per il raffreddamento della cpu è di tipo water cooling:

 

5200 5401

Con un vcore di circa 1.50V abbiamo raggiunto una frequenza di ben 5200 MHz, un buon risultato. Ci siamo spinti un pò ancora con il vcore impostando nel secondo run 1.55V circa ed abbiamo raggiunto una frequenza di 5387 MHz.

 

105bclk 2200.3

Abbiamo fatto anche una prova, aumentando il bclk fino ad una frequenza massima benchabile; abbiamo raggiunto la frequenza di 105 MHz.

Per quanto riguarda le ram a nostra disposizione abbiamo invece raggiunto una frequenza di ben 2200 MHz.

L'overclock si conferma in linea con quanto ci si può aspettare da un 2600K. Chi si aspettava un raffinamento del processo produttivo e prestazioni in OC maggiori potrebbe rimanere un po' deluso.


Conclusioni

 

 

oro

 

Prestazioni 4,5 stelle
Efficienza 4,5 stelle - copia
Overclock 4,5 stelle - copia 2
Prezzo 4 stelle - copia 2
Overall 4,5 stelle - copia 2

 

Veniamo adesso di dare un giudizio su questa nuova cpu prodotta da Intel.

In maniera generale questo processore non porta particolari margini di miglioramento prestazionali rispetto al suo predecessore i7-2600K, infatti come ci si poteva aspettare l'architettura è la medesima e non ha subito alcuna variazione o upgrade. Si tratta della nota architettura Sandy Bridge, della quale abbiamo avuto modo di conoscere le reali prestazioni e che oggi sono di assoluto riferimento. Le cpu Intel i7 che equipaggiano il socket 1155, hanno sembra dubbio un ottimo rapporto prezzo performance che oggi resta imbattuto anche dalle cpu rivali. Il nuovo processore, che Intel ha introdotto alcune settimane fa, non fa altro che ribadire questo concetto. Le prestazioni d'altra parte non subiscono una variazione di rilievo, questo è dovuto ad un incremento esiguo della frequenza di base; la nuova CPU vanta una frequenza operativa superiore di soltanto 100 MHz rispetto all'altra cpu i7. Si tratta di uno step di moltiplicatore in più che si può facilmente raggiungere con un overclock molto blando del 26'00k.

Anche dal punto di vista dell'overclock, questa cpu mantiene e ribadisce le già ottime performance che con la cpu i7-2600K avevamo già visto, anche con raffreddamenti non particolamente spinti. Con questo processore non abbiamo avuto un ulteriore miglioramento in questo senso, non siamo infatti andati oltre i già limiti della precedente CPU. Analizzando l'andamento vario dei vari risultati su hwbot e delle CPU testate dalla redazione non siamo riusciti a notare particolari benefici rispetto ad un 2600k, anche se la probabilità di trovare un esemplare davvero poco fortunato in overclock è probabilmente inferiore.

Come già ribadito nel corso della recensione, questo microprocessore non va a sostituire il 2600K come ci si potrebbe aspettare ma va ad affiancarlo. Infatti Intel ha previsto un listino di vendita ufficiale superiore di circa 15$, che nel nostro mercato si traduce in un prezzo iva compresa di partenza di circa 330€. Notiamo invece che la cpu i7-2600K ha un prezzo di partenza di circa 270€, probabilmente il prezzo un pò maggiorato di questa nuova cpu è dovuta essenzialmente alla quantità ridotta presente nei distributori ed alle esigue richieste di mercato. Con questi attuali prezzi risulta un pò difficile consigliare questa nuova CPU rispetto al suo predecessore.



Redazione XtremeHardware

Test a cura di Francesco Ronsisvalle